Dicono di noi

La Repubblica – 06 Marzo 2010

Un piccolo ristorantino in cui la cucina romana si fonde con quella umbra. L' Hostaria al 31 (Via delle Carrozze 31, 06 6786127) da quarant'anni mette in tavola una cucina genuina e senza fronzoli. Ecco così le fettuccine al tartufo, l'amatriciana, il cacio e pepe, la zuppa di lenticchie di Norcia, il maialino al forno, la coda alla vaccinara e la trippa alla romana. Ogni giorno, poi, una proposta di pesce fresco.


National Geographic's Ultimate City Guides – Rome, Italy

Thirty One – "Like eating at home, and it's all delicious. Spaghetti alla carbonara, Roman artichokes, and some of the best truffle pasta you could imagine." – Francesca Alliata-Bronner. One of the few non-touristy trattorie near the Spanish Steps, run by two cousins from Umbria; casual atmosphere. Via delle Carrozze 31. 06 6786127.


I Ristoranti d'Italia 2009 – Le Guide de L'Espresso

Dai tavoli all'aperto s'intravede piazza di Spagna. L'ambiente è confortevole, la cucina è onesta e a prezzi contenuti. Piatti saporiti della tradizione romana, gentile il sevizio. Si spende sui 30 euro.


Il Mangelo 2009

La gestione ultratrentennale della famiglia Mari è una garanzia per questa trattoria romana "tra le poche ultime rimaste": lo spirito e le preparazioni sono ancora quelli di una volta. "Cucina genuina e un grande senso di ospitalità, difficili da trovare altrove". Piatti classici romani, orgoglio della casa le pappardelle al cinghiale e le fettuccine al tartufo, ottimi i salumi provenienti da Norcia e dintorni.


La Repubblica – 23 Agosto 2007

Abbiamo scelto / "Al 31", tartufo di Norcia e tiramisù da bis – Un posto in centro piccolo, semplice e pulito con tutti gli ingredienti per alzarsi soddisfatti, a 10 passi da piazza di Spagna: qualità dei piatti, gentilezza, rispetto delle tradizioni, il conto mai esagerato anche con pesce fresco. I cugini umbri Angelo in sala e Umberto in cucina propongono ricette del giorno accanto ai classici di sempre in carta dall' amatriciana alla trippa. Oggi, per esempio, tagliolini al tartufo di Norcia, pollo ai peperoni, coniglio al tegame. Ottimi il pane a legna, il prosciutto al coltello e l' olio umbro. Da non perdere il tiramisù di Angelo. 25 euro, via delle Carrozze 31, 06 6786127


FINANCIAL TIMES – March 11/ March12 2006

Several feasts fit for a roman – Hostaria al 31 (Via delle Carrozze, 31: closed sundays) is tiny by comparison, consisting as it does of two small rooms. The part-owner Angelo Mari, a native of Perugia, is the presiding, assisted by a single waiter. His food is reasonably priced – the most expensive items cost between €10 and €15 – and simply presented. The cooking is of the plain and honest kind not often found in the posher, pretentious italian restaurants in Britain. Grilled lemon sole (much favoured by that peerless expositor of all thinghs culinary, X. Marcel Boulestin ) is a meal that suits me perfectly in warm weather. Gnocchi is available every Thursday, whit potato or ricotta and spinach and other combinations. Let me reccomanded coniglio in padella (rabbit stewed in white) as a change from the usual fare.


La Repubblica – RISTORANTI DI ROMA 2005/2006

Sapori di Umbria. O, meglio ancora, sapori di Norcia in questa simpatica trattoria che la famiglia Mari manda avanti da oltre trent'anni. Prima alla guida c'era un vecchio zio, oggi invece il timone è nelle mani dei cugini Angelo e Umberto, il primo "re" della sala e il secondo, invece, "re" dei fornelli. Con uno spiccato senso dell'ospitalità, tanto per i romani che per i "forestieri". Perchè non dimentichiamo mai che via delle Carrozze si chiama così per il fatto che lì una volta c'erano coloro che noleggiavano cavalli, cocchi e calessi a viaggiatori e turisti dell'epoca. Tutti molto ricchi e spesso anche famosi. Basta ricordare, infatti, che da quelle parti sostarono personaggi del calibro di Giacomo Leopardi o di Giuseppe Garibaldi. Spirito e cucina son sempre quelli di una volta, perfetti per chi ama l'allegra compagnia. A tavola tutti i classici romani, dalla trippa alla coda, dalla amatriciana alla carbonara. E poi tonnarelli al 31, le pappardelle al cinghiale, il crostino con fegatelli di pollo, i "coglioni di mulo", la zuppa di fave, lenticchie e cicoria, la sogliola ai ferri o alla mugnaia, le mazzancolle, il salmone o i calamari ai ferri. Ma non perdetevi i salumi, tutti rigorosamente provenienti da Norcia e dintorni. Da tener presente, poi, che quando il tempo lo consente, si può gustare il tutto stando comodamente seduti in tavoli all'aperto.


La Repubblica – 23 Giugno 2001

Hostaria al 31, tra pesce spada, pollo alla romana e torte fantasia

Umberto e Angelo Mari, due cugini, umbri d' origine, partiti dalla gavetta e passati attraverso alcuni locali di alta scuola, sono arrivati a fare di questo locale un sicuro punto di riferimento per quanti amano una cucina ben curata, capace di soddisfare sia gli irriducibili della carne che i patiti del pesce. Dopo aver assaggiato – non ci rinunciate – il prosciutto di montagna tagliato a mano, dal sapore davvero accattivante, potrete scegliere, tra spaghetti con mazzancolle o funghi porcini, risotto con la crema di scampi, il pescespada, il coniglio in agrodolce, il maialino al forno, le polpettine di tacchino e verdure, una vera specialità, o il pollo alla romana, cucinato come tradizione impone. Del resto, da venticinque anni Umberto e Angelo servono i loro clienti, buongustai e autentici golosi, che vengono catturati dal tiramisù e dalle innumerevoli torte "di fantasia",che sono uno dei fiori all' occhiello della premiata ditta Mari.